Skopje: La città dalle mille statue. The Sustainable European Tour,Giorno 5

SkopjeMacedonia 19-20/08/2017

Percorro i 250 km che separano Sofia da Skopje con un autobus, che avrà sicuramente visto tempi migliori, ma è, stranamente, pieno di giovani turisti (14€ per 4 ore di viaggio). Arrivo a Skopje nella notte di sabato, giusto in tempo per uscire a scoprire la città. Con me, tre aspiranti medici arrivati dalla Turchia e conosciuti in ostello. Il centro è un colpo d’occhio non indifferente. Ovunque vi sono musica, luci e bar. La città di presenta molto bene. Con l’oscurità, quello che noto è la presenza di una moltitudine di statue, alcune maestose e super illuminate, che delimitano il centro della città, insieme ad alcuni palazzi storici. Al mattino, quando esco per esplorare meglio i dintorni, mi accorgo di quanto il centro sia artificialmente costruito per attirare l’attenzione dei turisti, come in un parco divertimenti. Spostandosi nelle periferie o di qualche km dal centro, trovo una città sporca e lasciata al degrado, tra cantieri mai conclusi e palazzi decadenti. Il parco della città, che conduce al castello, è una quasi una discarica. La differenza, tra il centro della città, in cui sono in costruzione chiese dorate, statue maestose e spazi super tecnologici e le periferie lasciate al degrado ed invase dalla sporcizia è sicuramente qualcosa che lascia il segno.

Le aspettative e la magia, che si erano create durante la notte, sono state demolite dalla luce del sole. Ma ho fiducia in Skopje, spero di tornarci, tra qualche anno, e vedere dei grandi cambiamenti, com’è già successo con Sofia. Il programma dello European Sustainable Tour non mi permette di rimanere a lungo per esplorare le verdi montagne che circondano la città, è ora di ripartire. Destinazione? La costa del Montenegro.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

Show Buttons
Hide Buttons
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: