La mia Attrezzatura da Viaggio: The Sustainable EurAsiatic Tour Edition

Che sia un viaggio breve o lungo, una delle scelte più difficili prima di partire è sempre quella delle cose da mettere o meno in/nello valigia/zaino. In questo caso il viaggio sarà lungo, veramente lungo: sono più di 9000 i km che separano Milano da Pechino. Per percorrerli impiegherò all’incira 45 giorni, sostando nelle varie tappe da un minimo di un giorno ad un massimo di 3.

Per un viaggio di questa entità e con così tanti cambi di mezzi/tipi di trasporto e ambienti, preparare lo zaino è una cosa che richiede tempo ed attenzione. L’ideale sarebbe avere dietro tutto ma allo stesso tempo rimanere leggeri. Ovviamente è impossibile, ecco perché bisogna fare dei compromessi. Non solo vestiti, ma anche accessori, fotocamere e Skateboard (wtf?). Ecco la mia attrezzatura da viaggio per il Sustainable EurAsiatic Tour:

Attrezzatura da Viaggio Parte 1: Zaini

In questo caso la scelta è stata abbastanza semplice, infatti ho deciso di portare con me non uno ma ben due zaini. Per quale motivo? Perché garantiscono una certa flessibilità e praticità quando si tratta di spostarsi in treno/autobus, ma soprattutto quando si tratta di fare spostamenti medio-lunghi all’interno delle città.

Con me porterò due zaini di Osprey, una sicurezza in termini di resistenza e praticità:

Attrezzatura da Viaggio The Sustainable EurAsiatic Tour

E’ grande, enorme. Ma, quando necessario mi sarà possibile anche metterci dentro il Farpoint 40, e trasportare entrambi senza troppi fronzoli. D’altro canto è molto resistente, quasi indistruttibile, quindi dovrò prestare poca attenzione a dove metterlo ed a come sistemarlo. Gli spallacci estraibili rendono il passaggio da zaino a borsone e vice versa molto semplice e rapido. Inoltre, il tour sarà parte della campagna di Osprey #AdventureProof. A me spetterà completare un percorso di test di durabilità dei prodotti durato un anno, che ha visto il Transporter 95 attraversare il mondo.

Il Farpoint è stato definito da molti come il migliore zaino da viaggio. Le sue dimensioni da carry-on (bagaglio a mano) lo rendono uno dei compagni di viaggio ideali. Il suo interno è anche ben organizzato. Infatti, prevedere una sezione esclusivamente dedicata ai vestiti ed una incentrata verso la multimedialità, con delle tasche per laptop/tablet. (Presto una recensione completa).

Mi consentiranno di inserire e di organizzare l’attrezzatura/abbigliamento all’interno degli zaini, mantenendo tutto al sicuro e all’asciutto

Attrezzatura da viaggio Parte 2: Abbigliamento

Mettere insieme un abbigliamento idoneo a coprire diversi climi/continenti può essere semplice e rischioso allo stesso tempo. Infatti, si potrebbe fare l’errore di portare troppo poco (cosa facilmente risolvibile nelle grandi città) o semplicemente troppo e quindi appesantire a dismisura il proprio bagaglio, rischiando di trasformare il viaggio in un inferno. Per il Sustainable EurAsiatic Tour, ho optato per un abbigliamento abbastanza minimal:

  • 2 Paia di Jeans Shorts
  • 1 Paio di Jeans Lunghi
  • 1 Costume
  • 1 Paio di pantaloncini
  • 10 T-Shirt
  • 1 Felpa con zip
  • 1 Giacca 3-1 di North Face
  • Intimo per 7 giorni

Uno degli aspetti positivi di viaggiare in estate è anche questo, non è necessario caricarsi di maglioni/felpe. Ma la Siberia e la Mongolia anche in Agosto possono presentare delle temperature che per noi sarebbero quasi invernali, ecco il perché della giacca e della felpa. Con una lavatrice ogni settimana, dovrei riuscire ad arrivare alla fine del viaggio senza particolari problemi.

Attrezzatura da Viaggio Parte 3: Scarpe

Un altro degli oggetti che può essere più o meno ingombrante all’interno di un bagaglio sono le scarpe. Molte volte si tende a portnare troppe, finendo per usare sempre le stesse.

In passato, per quasi tutti i miei city-break Europei mi sono portato sempre un solo paio di scarpe, per far posto in valigia ad altri oggetti. In questo caso ho optato per 3 paia:

Entrambe le Lizard sono delle scarpe più tecniche, con un occhio alla praticità ed al comfort. Le Kross, anche essendo scarpe da città, potrebbero tornare utili in situazioni di trekking lieve. Mentre le Nike, sono delle buone scarpe da Running, abbastanza leggere, ma diventano praticamente inutilizzabili in caso di pioggia.

Attrezzatura da Viaggio Parte 4: Tecnologia e Fotocamere

La parte tecnologica è quella che senza dubbio occupa lo spazio più ampio all’interno della mia attrezzatura. Anche se i cavi ed i caricatori non sembrano mai abbastanza, a lungo andare possono diventare troppi e quindi un peso. Stessa cosa per la Fotocamera, portarsi 2-3 obiettivi potrebbe sembrare sempre un ottima idea, avendo così molta flessibilità ma è altrettanto vero che hanno un impatto enorme sul peso finale dello zaino. Ecco cosa porterò con me:

  • OPPO R15 Pro

Attrezzatura da Viaggio The Sustainable EurAsiatic Tour

Sarà lo smartphone che mi accompagnerà per tutto il viaggio, scelto per l’ottima fotocamera, l’incredibile autonomia e la ricarica super rapida. Tre elementi fondamentali per uno smartphone “da viaggio”. Alla fine del tour farò un recensione completa in cui vi racconterò come si è comportato.

L’ideale per editare video/foto e scrivere. Dimensioni contenute, peso di 1,2 kg e convertibilità rendono questo Spectre uno dei portatili ideali per chi viaggia molto.

Camera molto versatile che consente di produrre foto e video di altissima qualità con dimensioni e peso ridotte. La testerò a fondo durante il tour, per poi farne una recensione completa. Sarà la migliore fotocamera da viaggio?

Il drone più piccolo di DJI, molto facile da trasportare mentre si è in viaggio. La qualità delle foto e dei video è perfetta per i social. Unica pecca il range molto ridotto se paragonato ad altri droni DJI.

Carta e penna possono fare sempre comodo, ma quando sono smart sono un must!

Visto la qantità di dati prodotti durante il viaggio è sembre opportuno avere un hard disk esterno per fare un backup veloce dei dati. L’Armor 75 oltre ad avere un design accattivante, è anche resistente agli urti.

Ormai uso solo micro sd. Sono più versatili delle normali sd e possono essere usate in un numero più ampi di dispositivi, dallo smartphone al drone per arrivare alla fotocamera. Non conoscevo le memorie Silicon Power, ma si sono mostrate veloci e resistenti.

Per rimanere sempre connesso durante tutta la durata del tour, ho optato per una soluzione già testata: Travelers WiFi. Con la loro copertura Global mi consentiranno di avere Internet ovunque (anche in Siberia e Mongolia). Un ottimo compagno di viaggio direi!

Attrezzatura da Viaggio The Sustainabe EurAsiatic Tour

Trovate la recensione completa del prodotto al link. Un power bank affidabile, veloce e indistruttibile. Un must da avere in valigia per un viaggio del genere.

Attrezzatura da Viaggio The Sustainable EurAsiatic Tour

Una novità assoluta per me. Ho deciso di portare con me questo skateboard elettrico che mi consentira di vivere al meglio le città (ahimè solo nella parte Europea, a causa di motivi logistici) con i suoi 14km di autonomia potrebbe rivelarsi la scelta definitiva per la mobilità cittadina. Riuscirò a trasportare i suoi 9 kg di peso con semplicità? Vedremo!

Come già detto, quella tecnologica è sicuramente la parte più corposa e pesante dell’attrezzatura. Ovviamente, non tutte le persone sane di mente porterebbero così tante cose, ma io ne avrò bisogno per realizzare i contenuti del tour al meglio quindi ho preferito fare “dei sacrifici” nelle altri parti dell’attrezzatura da viaggio.

Attrezzatura da Viaggio Parte 5: App

Come app? Perché metto delle App all’intero dell’attrezzatura di viaggio? Semplice, molte volte avere la giusta applicazione sul proprio smartphone può semplificarvi la vita e farvi risparmiare molto tempo/denaro.

Attrezzatura da Viaggio The Sustainable EurAsiatic Tour

La mia banca da qualche anno ormai, ne ho parlato in una recensione. Da quando sono passato al conto Black non riesco a tornare indietro. A soli 9,90€ al mese riesco ad avere assicurazione di medica durante i viaggi, assicurazione ritardo volo/bagaglio, estenzione di garanzia sugli acquisti e potrezione in caso di furto dopo il prelievo. Ma soprattutto, una funzione a cui non posso più rinunciare: prelievi gratuiti ed illimatati in tutto il mondo senza alcuna commissione di conversione. Se viaggiate molto, con un paio di prelievi in valuta estera riuscirete a rientrare della spesa mensile, avendo però una serie incredibile di vantaggi in più.

Attrezzatura da Viaggio The Sustainable EurAsiatic Tour

Conoscere le lingue è fondamentale mentre si è in viaggio. Non tutti hanno però il tempo per studiarle e praticarle approfonditamente. Ed è qui che Babbel diventa molto utile, infatti offre una serie infinita di corsi di lingue, adatti a tutti i livelli, che permettono di imparare o di tenere allenata una o più lingue straniere. Per questo tour, io mi sono imposto l’obiettivo di imparare il Russo e conto di farlo esclusivamente su Babbel mentre sarò in viaggio. In modo tale da potervi muovere più rapidamente in luoghi, come la Siberia/Mongolia in cui l’Inglese non è certamente la lingua più parlata. (Al link trovate 3 Mesi di Corsi gratuiti)

Finito! Questa è tutta l’attrezzatura che mi accompagnerà nel corso di questi 45 giorni! Spero possa esservi utile per le vostre future partenze/avventure.

Se avete dei consigli, idee su oggetti interessanti che potrei aggiungere alla mia attrezzatura  fatemelo sapere nei commenti!

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

Show Buttons
Hide Buttons
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: