Il mio 2018: 70.000 km, 3 continenti e 22 paesi

Il 2018 è appena finito, portandosi con se molte avventure ed esperienze. E’ tempo quindi di fare il bilancio dell’anno appena trascorso. Ma a cosa serve? E’ solo un modo per vantarsi? No. Il bilancio di fine anno è uno dei miei momenti preferiti perché mi consente di fare un analisi dettagliata su quello che è stato l’anno trascorso, e soprattutto consente di prefissare quelli che sono gli obiettivi per il nuovo anno. Cercando di migliorare sempre quelli degli anni precedenti, e di conseguenza, spingere all’estremo i propri limiti. Il mio 2018 è stato piuttosto ricco: ho viaggiato per 70.000 km, attraversato 3 continenti e visitato 22 paesi.

Il mio 2018

Come ogni anno, la sfida era quella di scoprire nuove nazioni ed aumentare il numero dei viaggi sostenibili. Ci sarò riuscito?

70.000 km in 365 giorni: 191,78 km al giorno!

A differenza degli altri anni, ho iniziato il mio anno di viaggi abbastanza tardi. Infatti, il primo viaggio dell’anno è stato alla fine di Gennaio in Umbria, per il Blogger Tour l’Umbria che non ti aspetti. Ho colto l’occasione di una meta nazionale riuscendo a viaggiare per l’intero mese evitando di prendere aerei.

Dopo un inizio “slow”, il ritmo dei viaggi è aumentato in modo esponenziale. Infatti, a Novembre sono riuscito a visitare 5 paesi diversi in 30 giorni. Riuscendo a raggiungere, a fine anno, una media giornaliera a 191,78 km. Totalizzando appunto: 70.000 km

45 voli, 30 treni e 10 bus

Sustainable EurAsiatic Tour

Come accennato, uno degli obiettivi principali di questo 2018 era quello di aumentare l’uso di mezzi di trasporto sostenibile. Obiettivo che è stato decisamente realizzato, infatti sono riuscito ad aumentare la percentuale di viaggi fatti esclusivamente con mezzi di trasporto sostenibili fino a raggiungere il 21% del totale.

Infatti, i 70.000 km percorsi durante il 2018 sono cosi divisi:

  • 55.144 km voli
  • 14.900 km treni + autobus + camminata

Sono aumentati anche i voli, che raggiungono un nuovo record di 45, ovvero 0,86 voli a settimana, 3.75 al mese! Tutto questo grazie alle tariffe aeree low cost, che se pur in aumento rispetto agli altri anni, mi hanno consentito di viaggiare spendendo in media 17€ a volo.

il mio 2018

Il Sustainable EurAsiatic Tour

Ricorderò il 2018 per un viaggio in particolare: Il Sustainable EurAsiatic Tour! Quest’avventura che mi ha portato da Milano a Pechino infatti è stata una delle esperienze più intense dell’ultimo anno. Mi ha spinto ad uscire parecchie volte dalle mia comfort zone, ad fidarmi degli altri ed ad adattarmi a tutto. Un progetto a dir poco impegnativo, sia dal punto di vista della pianificazione che della realizzazione, che mi ha regalato però diverse soddisfazioni, sia in ambito personale che professionale. Riuscendo ad avviare il processo di trasformazione di GiovFranco.com da una passione ad un lavoro vero. Mi auguro che il 2019, sia il punto di svolta definitivo!

Il mio 2018

Il tour è riuscito perfettamente anche in quello che era il suo obiettivo principale, ovvero creare una grande campagna di sensibilizzazione verso il turismo sostenibile.

9 notti in treno, 5 in autobus e 1 in aereo

Il mio 2018

Dai 3 giorni consecutivi in treno sullaTransiberiana, all’autobus “ostello” con i letti in Cina. Durante l’anno, mi sono trovato spesso a viaggiare di notte per ottimizzare i tempi, e per poter coprire il maggior numero di destinazioni possibili. Infatti, ho trascorso ben 15 notti cullato dal rumore delle rotaie sui binari o da quello delle altre auto sull’autostrada. Incrementando una skill che mi ha salvato in parecchie occasioni: l’abilità di dormire ovunque. Tra tutte le “notti nomadi” una che non dimenticherò sarà quella in Mongolia, all’interno dell’accampamento di una famiglia nomade in una tipica yurt. Niente acqua corrente, niente elettricità, solo io e la natura.

Sustainable EurAsiatic Tour

22 paesi: di cui 11 nuovi!

Un anno da record sotto questo punto di vista, infatti sono riuscito a visitare 22 paesi in un anno di cui 11 nuovi. Portando il numero totale di paesi visitati a 46!

Ma non solo, quest’anno oltre ad attraversare l’Asia sono anche riuscito a toccare per la prima volta l’Africa durante il mio weekend in Marocco. Ahimé, non sono riscito però a tornare in America come lo scorso anno. Inoltre, fin da piccolo uno dei miei obiettivi prima di compiere 26 anni era quello di visitare tutti i 28 paesi dell’Unione Europea. Alla porta dei 25 anni, sono riuscito a vederne 25 su 28. Obiettivo del prossimo anno? Visitare Slovenia, Croazia e Finlandia!

Il mio 2018

Il meglio deve ancora venire

Fissarsi dei nuovi traguardi da raggiungere non è mai semplice, ma è una sfida sempre molto emozionante. Sicuramente i Tour Sostenibili saranno al centro del 2019, e mi auguro vivamente di riuscire ad aumentare la percentuale di viaggi sostenibili nel corso del nuovo anno. Inoltre, grazie al nuovo progetto Sustainable & Smart Countries, vorrei adattare il format dei tour sostenibili a viaggi più brevi, come weekend o citybreaks.

Il mio 2018

Uno degli obiettivi imprescindibili per il mio 2019 è sicuramente raggiungere il traguardo di 50 paesi visitati al mondo, e chissà di aggiungere un’altro continente alla lista.

Quindi non mi resta solo che preparare lo zaino e godermi i prossimi viaggi!

E tu? Sei riuscito a fissare degli obiettivi per il 2019? Fammelo sapere nei commenti!

Il mio 2018

Cerchi ispirazione per aggiornare la tua bucket list del 2019? Momondo ha lanciato una guida Year in Travel su quelle che sono state le destinazioni più popolari del 2018 e su i possibili trend per l’anno nuovo. #admomondo #owtravelers

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

Show Buttons
Hide Buttons
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: